Henri Cartier Bresson. Il maestro della fotografia in mostra a Lucca

Henri Cartier Bresson. Photographer è il titolo della mostra ospitata al Lucca Center of Contemporary Art, 133 fotografie per un’antologica bellissima.

In fotografia, come in pittura ci sono delle figure mitiche, nomi che quando li senti ti fanno alzare lo sguardo da cosa stai leggendo o interrompere le chiacchiere che stai facendo. Insomma, nomi che destano interesse sempre e risvegliano curiosità indipendentemente dal grado di conoscenza. Henri Cartier Bresson è sicuramente uno di quei nomi.

Henri Cartier Bresson - mostra a Lucca

Henri Cartier Bresson è un mito della fotografia, pioniere del foto-giornalismo e teorico dell’istante decisivo tanto da essere definito “l’occhio del secolo”.  Un secolo, il Novecento, che Cartier Bresson ha vissuto e attraversato con una macchina fotografica tra le mani.

Molti anni fa, mio nonno, quasi coetaneo di Cartier Bresson  e grande appassionato di fotografia mostrandomi la sua Laica, mi parlava di un fotografo francese di cui aveva visto una mostra al MOMA molti anni prima. Sfogliando insieme un libro, per il quale, ho scoperto poi, Henri Cartier Bresson stesso aveva scelto gli scatti da pubblicare, si definiva ai miei occhi l’idea di maestro della fotografia e perché no, di mito.

Oggi, a trent’anni dalla pubblicazione di quel libro, Henri Cartier Bresson. Photographer, diventa una mostra antologica imperdibile, il racconto di quei momenti decisivi che hanno segnato la sua storia e per noi, un immaginario del mondo della fotografia pieno di istanti capiti, fermati e resi immortali.

Henri Cartier Bresson a Lucca

Istinto, talento, intraprendenza e forse un po’ di fortuna sono gli elementi fondamentali per definire il lavoro di un maestro della cattura dell’istante che con la sua Leica ha raccontato eventi, attimi di quotidianità e reso icone i suoi ritratti.

I campi di deportazione di Dessau, gli ultimi giorni del Kuomintang in Cina, il funerale di Ghandhi, ritratti di personaggi come Jean Paul Sartre, Truman Capote, Ezra Pound ed Henri Matisse, paesi e città tra cui Istanbul, Berlino, Parigi, Firenze, Londra, Messico, Siberia, Arizona e una galleria di dettagli umani, di espressioni e emozioni.

Sono solo alcuni dei temi di questa mostra davvero molto speciale, fatta di scatti scelti e organizzati da Henri Cartier Bresson stesso. Una mostra che non si deve perdere, un incontro che sarete felici di aver fatto, e che si aggiunge a un’altra rassegna su un mostro sacro della fotografia, in corso in Toscana: Steve McCurry a Siena.

Henri Cartier-Bresson. Photographer
A cura di Maurizio Vanni
dal 22 giugno al 3 novembre 2013

Lucca Center of Contemporary Art
Lucca, Via della Fratta, 36

Orario: dal martedì alla domenica 10.00 – 19.00
Lunedì e 15 agosto chiuso.

Biglietti: intero 9,00 euro; ridotto 7,00 euro

Photo credits: per l’immagine di copertina: © Claire Yaffa, undated, Portrait of Henri Cartier Bresson and Martine Franck.
La prima immagine nel testo: © Henri Cartier Bresson/Magnum Photos.
La seconda immagine nel testo: © Jane Bown, undated.

Partecipa alla discussione